Telephonie

Organico: nastro solo
Canali: 2 (stereo)
Durata: 5’51”

Telephonie è un’esplorazione del mondo sonoro dei telefoni.

Il telefono, invenzione che mette in comunicazione le persone lontane attraverso il suono della voce, è dotato di suoni propri che sono entrati a far parte delle nostre vite (talvolta in maniera invasiva) e del nostro dna acustico legandosi a sensazioni e ricordi.

Il brano, deducendo la propria forma dal materiale di partenza, è organizzato seguendo lo schema della telefonata, gesto quotidiano in grado di catapultarci verso altri spazi sonori senza badare alla distanza che esiste tra essi.

Partendo da una situazione di tipo naturalistico-mimetico, ci si immerge gradualmente in un’atmosfera sempre più astratta fino a raggiungere a metà del brano una dimensione onirica nella quale si tende a perdere tutte le coordinate temporali.

Il tempo infatti, dimensione complementare allo spazio, è presente nel pezzo sotto forma di “attesa” la quale costituisce l’altro punto cardine nella poetica del componimento.

Il materiale di partenza è volutamente esiguo in modo da assicurare unità lungo tutta l’arcata compositiva e di lasciare spazio all’elaborazione elettroacustica.

Annunci